Gli Animali

Gli ospiti del Parc Animalier sono ricci, camosci, stambecchi, cervi, caprioli, cinghiali, marmotte, volpi, tassi, scoiattoli, aquile e alcune specie di rapaci..

Gli ungulati

  • Lo stambecco è un mammifero; attualmente diffuso in tutto l'arco alpino, dalle Alpi Marittime ad ovest sino alle Alpi di Carinzia e di Slovenia ad est , ad altitudini comprese tra 500 e 3.000 m.
  • Il camoscio è un mammifero ungulato che, per forme e dimensioni corporee e per la sua agilità, è assai più prossimo alle antilopi e alle saighe che non agli altri Bovidi che oggi condividono con lui l'ambiente alpino: stambecco , muflone...
  • Il capriolo  è un ungulato che vive in Europa e Asia. Ha palchi corti, in genere con 3 punte per lato nei soggetti adulti. Il corpo è di un colore tra il rosso ed il marrone, il muso verso il grigio; è molto veloce e grazioso e vive su altipiani e montagne.
  • Il cervo abita le alpi Europee e Asiatiche. Anch'egli porta un palco che può raggiungere 1,20 m di lunghezza.
  • Il cinghiale è un mammifero artiodattilo della famiglia dei Suidi. I cinghiali europei sono tipici abitatori dei boschi ben maturi ed in particolare dei querceti; in generale il cinghiale si dim
    ostra però assai adattabile in termini di habitat, e colonizza praticamente ogni tipo di ambiente a disposizione.

Rapaci e gallo forcello

Un rapace è un tipo di uccello che caccia utilizzando il becco e gli artigli.La caratteristica dei rapaci è il consumo di prede vive, generalmente mammiferi di piccole e medie dimensioni e altri uccelli.

  • Il gufo reale  è un uccello rapace facente parte della famiglia degli Strigidae.È la specie di gufo più grande con un'apertura alare da 1,60 fino a 2 metri per gli esemplari femmine più grandi, ed un'altezza che varia negli adulti dai 65 agli 80 centimetri.
  • La civetta delle nevi  è un uccello della famiglia degli Strigidi. Si ciba di lemming, piccoli roditori e arvicole.
  • L'allocco è un uccello rapace della famiglia degli Strigidi.Ha capo grosso e tondeggiante, dischi facciali bruno-grigiastri. Ha occhi neri, non possiede ciuffi auricolari (cornetti), piumaggio bruno fulvo, macchiettato e striato
  • Il barbagianni  è un uccello notturno appartenente alla famiglia dei Titonidi.Sono pallidi, dalle ali lunghe, dalle gambe lunghe, 33-39 cm in lunghezza con un'apertura alare di 80-95 cm. Hanno un volo oscillante quando si avvicinano ai pascoli o a simili terreni di caccia.
  • Il gallo forcello è un galliforme, appartenente alla famiglia dei Tetraonidi. Normalmente sull' arco alpino il gallo forcello vive in boschi misti dotati di spesso sottobosco arbustivo. Presenta un marcato dimorfismo sessuale : il maschio ha le piume color nero-azzurro scuro e caruncole rosse alla base del becco, la femmina, invece non possiede caruncole e il suo piumaggio è color bruno scuro.
  • L'aquila reale è lunga dai 70 ai 120 cm, e il suo peso varia dai 3 ai 7kg. Il colore varia a seconda dell'età. La zampa ha le caratteristiche tipiche dei rapaci, con dita brevi e grandi artigli in grado di ferire le prede.

Gli altri ospiti

  • La marmotta  è un roditore della famiglia degli Sciuridi, vive a delle altitudini superiori ai 1.500 metri, al limite superiore della foresta, dove gli alberi si diradano e diminuiscono di grandezza
  • La lepre comune oltre ad essere più grande del coniglio selvatico, ha le zampe posteriori più lunghe, le orecchie molto grandi e larghe con margine superiore nero. Si alimenta prevalentemente di notte ma spesso è attiva anche al crepuscolo. Vive principalmente in terreni coltivati, specialmente in prati e pascoli permanenti ma è comune nei campi di cereali. La si trova anche in boschi aperti, specialmente nell' Europa orientale e nelle Alpi fino a 1500 m, talvolta a quote più elevate nei Pirenei.
  • La lepre variabile vive in altitudine ed è un animale delle regioni artiche e alpine. In Ticino la troviamo generalmente al di sopra del limite del bosco e si spinge oltre i 2000 m e fino ai bordi dei ghiacciai. Le sue caratteristiche sono abbastanza simili a quelle della lepre comune ma durante l' inverno il suo pelo diventa bianco, ad eccezione della punta delle orecchie che rimane nera.
  • La volpe è un piccolo Canide con il muso appuntito, cranio leggero e piuttosto appiattito, orecchie larghe e coda molto pelosa e folta. La volpe è un animale molto furbo che sa adattarsi ad ogni situazione.
  • Il tasso è un mammifero onnivoro. Col suo metro di lunghezza e i quasi 15 kg di peso, questo animale rappresenta una delle specie di mustelidi di maggiori dimensioni. L'aspetto è quasi ursino, con corpo robusto e zampe corte e forti con grossi unghioni adatti a scavare: la caratteristica mascherina nera sulla faccia bianca rende il tasso inconfondibile.
  • Lo scoiattolo comune appartiene alla famiglia degli Sciuridae. Lo scoiattolo comune è lungo circa 25 cm senza la coda; questa è lunga da 15 a 20 cm. Una coda così lunga è utile allo scoiattolo nel balzare da un albero all'altro e nel correre lungo i rami, assicurandone l'equilibrio. Ha inoltre una funzione termica, contribuendo a mantenere il calore del corpo durante il sonno.

Laghetti

  • La trota fario (Salmo trutta fario) è un pesce d'acqua dolce, sottospecie della Salmo trutta.Diffusa in Italia e in molti corsi d'acqua di quasi tutta Europa. In Italia la trota fario rappresenta la trota autoctona della regione alpina ed appenninica.
  • Salmerino alpino, è un pesce appartenente alla famiglia Salmonidae ed all'ordine Salmoniformes.È molto simile alla trota comune ma ha alcuni inconfondibili segni di riconoscimento, soprattutto per quanto riguarda la livrea.
  • La Rana alpina o Rana montana è un anfibio anuro della famiglia Ranidae, molto comune in Europa. Il colore è marrone, con tonalità variabili dal verde oliva al rossiccio; presenta spesso una V rovesciata di colore scuro tra le spalle; dietro l'occhio è presente una banda più scura che comprende anche il timpano. I fianchi sono spesso macchiettati.
  • Il gambero di fiume  è un piccolo crostaceo d'acqua dolce, della famiglia degli Astacidae.Vive nei torrenti e nei rii particolarmente ossigenati. Preferisce i letti ghiaiosi o sabbiosi ma dotati di rive in cui siano presenti anfratti e luoghi sicuri, rappresentati spesso da fronde di alberi caduti o foglie, per potersi nascondere e riposare.

Flora

  • All' interno del "Parc Animalier d' Introd" poterte ammirare svariate specie di flora multicolore autoctona, come la Stella  Alpina, l' Imperatoria. La stella alpina (Leontopodium alpinum) è una pianta appartenente alla famiglia delle Asteraceae o Compositae che cresce spontaneamente in Cina, sulle Ande, sulle Alpi europee e sugli Appennini. Il suo nome deriva dal greco lèon (leone) e poùs (piede); in passato si supponeva appunto che il suo fiore assomigliasse agli arti del leone.